Tales of Symphonia Chronicles – Anteprima

Tales_Of_Symphonia_Chronicles-1-e1374083027233

Tales_Of_Symphonia_Chronicles-1-e1374083027233

Tales of Symphonia è stato uno dei titoli più importanti della celebre serie RPG targata Namco. Oltre a essere uno dei titoli più venduti (circa 1.4 milioni di copie in tutto il mondo), è stato il primo ad approdare al 3D, ma soprattutto il primo ad arrivare in Europa su GameCube. Questo ha senz’altro contribuito al suo notevole successo, tanto più che un anno più tardi ne uscì un porting su PlayStation 2 con contenuti aggiuntivi (mai uscito dal Giappone però), nonché un seguito/spin-off su Wii denominato Dawn of the New World (Knight of Ratatosk in Giappone).
Si avvicina finalmente anche per gli utenti Sony europei la posibilità di godersi questi due giochi, rimasterizzati in HD in occasione dei 10 anni dall’uscita del gioco originale. Vediamo cosa aspettarci da questa raccolta.

ToSC-01

Innanzitutto le versioni che avremo a disposizione saranno quelle più complete di contenuti, quindi per Tales of Symphonia avremo quelli dell’edizione giapponese su PS2. Inoltre Namco Bandai ha incluso nuovi boss e Artes, oltre che nuovi costumi dedicati ai protagonisti di Tales of the Abyss, Vesperia, Xillia e Xillia 2.
Dal punto di vista delle lingue ottime notizie: il gioco vanterà una traduzione testuale in Multi5, quindi anche in italiano, e sarà possibile modificare la lingua del doppiaggio da inglese a giapponese in qualsiasi momento. Una manna sia per i meno poliglotti che per i puristi!

ToSC-02

In Tales of Symphonia vediamo i protagonisti Lloyd e Colette incamminarsi in un viaggio per ripristinare il Mana, energia magica e vitale per il mondo di Sylvarant. Colette è la prescelta dal Mana per questa impresa, mentre il giovane spadaccino Lloyd e l’amico Genis decideranno di accompagnarla aggiungendosi ai suoi guardiani Kratos e Raine.
Dawn of the New World è ambientato due anni dopo gli eventi di Tales of Symphonia. Evitando spoiler, diremo che il mondo è molto cambiato e diverse tensioni sociali dilagano tra gli abitanti, portando alla formazione di due fazioni che finiscono per darsi battaglia, coinvolgendo nella furia dello scontro diverse città. In uno di questi conflitti un ragazzo di nome Emil assiste alla morte dei propri genitori per mano di Lloyd. Diversi mesi dopo Emil, coltivando il suo odio per colui che tutti consideravano un eroe, inizierà la sua avventura accompagnando una giovane di nome Marta, il cui destino è legato alla divinità Ratatosk, diventando suo cavaliere e acquisendo poteri straordinari, oltre che una seconda personalità aggressiva che lo aiuterà nella sua impresa.

Dal punto di vista del gameplay non ci saranno cambiamenti. Tales of Symphonia, essendo il capostipite dei titoli in 3D, presenta meccaniche che hanno posto le basi per gli sviluppi visti nei giochi successivi, quali il Multi Line Linear Motion Battle System. Per chi non fosse familiare con la serie, sappia che è un misto tra battaglie su 2 e 3 dimensioni, con azione in tempo reale (con la possibilità comunque di “congelarla” mentre si scorre tra i menù). Ma spiegare il tutto a parole rischia di essere confusionario, pertanto ecco un video esplicativo:

  

Anche per Dawn of the New World la formula di gioco rimane la stessa, compresi gli aspetti discutibili che lo caratterizzano: il non poter customizzare l’equipaggiamento, la mancanza di una mappa del mondo esplorabile liberamente, o l’aggiunta dell’allevamento di mostri.

ToSC-03

Tales of Symphonia è stato anche il capitolo che ha visto il ritorno nel ruolo di character designer di Kōsuke Fujishima, artista del primo Tales of Phantasia, nonché autore dei manga “Sei in arresto!” e “Oh, mia dea!” Fedelmente ai giochi originali, anche nella collection vedremo uno stile super-deformed per i personaggi del primo Tales of Symphonia, mentre per Dawn of the New World i modelli poligonali saranno più proporzionati e realistici, pur nell’immancabile stile anime.
Dal punto di vista grafico il lavoro di ristrutturazione in HD non fa certo gridare al miracolo, ma è sicuramente apprezzabile. Trattandosi di un porting HD e non un remake vero e proprio, la qualità grafica di partenza limita molto il prodotto finale. Non c’è da aspettarsi una qualità visiva paragonabile a quella di Tales of Xillia insomma, ma comunque un lavoro soddisfacente.

ToSC-04

Forse, a parte il restyling grafico e poco altro, ci si sarebbe aspettati qualcosa di più per questa collection commemorativa, ma anche così si tratta di un prodotto succoso per qualsiasi appassionato, ma anche un acquisto consigliato a chi non si è mai avvicinato alla serie ed è curioso di iniziare con una sua colonna portante.
Tales of Symphonia Chronicles sarà disponibile in Europa il 28 febbraio per PlayStation 3, quindi se siete interessati correte a preordinarlo!

XenoBahamut

  

Articoli Correlati:

Marco Patrizi

About

Marco Patrizi inizia a videogiocare a circa 6 anni col mitico Commodore 64 e i coin-op delle sale giochi (di cui sente la mancanza). Da allora, di console in console, non ha mai smesso di menar di pollici sui joypad. Ha seguito ogni generazione di console, giocando a quello che poteva e leggendo del resto, sulle riviste specializzate prima e sui siti internet poi. Scrive recensioni e articoli da diversi anni per realtà online piccole e grandi. Potete trovarlo a straparlare di robe random sul suo blog: http://www.oneinchpunch.it/

You can leave a response, or trackback from your own site.

Commenta con Facebook

Leave a Reply

 

Designed by Oyun - For Green Hosting