I giochi più attesi del 2014 della redazione

EIR-most-anticipated-games-2014

EIR-most-anticipated-games-2014

Ci lasciamo alle spalle un anno davvero niente male, un anno che ha visto l’uscita di titoli importanti e che ha sancito definitivamente l’avvento della next-gen con l’arrivo sul mercato di PlayStation 4 e Xbox One.
Il 2014 sarà con ogni probabilità un anno ancora più significativo. Ci aspetta un periodo con diversi giochi cross-gen in uscita sia sulle console della (ormai) precedente generazione che per quelle della nuova, giochi che sempre più sfrutteranno il potenziale massimo delle console che lentamente cederanno spazio alle nuove arrivate.
Sony e Microsoft si daranno battaglia a colpi di feature e servizi per rendere allettanti le loro nuove macchine e, speriamo, anche sul fronte delle prime vere killer application; intanto Nintendo sembra stia finalmente affilando gli artigli della Wii U con diversi titoli importanti in cantiere.
Insomma non c’è da stupirsi che i videogiocatori si aspettino molto dal prossimo anno, e noi di EIR Games non facciamo certo eccezione! Ecco quindi le nostre personali liste dei giochi più attesi per il 2014.

.

XENOBAHAMUT

Grahf iconCome vorrei poter aprire la mia lista dicendo: «The Witcher 3, sulla mia PS4 nuova fiammante!» Purtroppo non possedendo ancora la suddetta console, e non avendone in serbo l’acquisto nel futuro prossimo, non mi resta che mettermi l’anima in pace e osservare da lontano con estrema attenzione, curiosità e salivazione aumentata; ma sappiate che ho in programma una sessione intensiva di macumbe affinché il gioco subisca dei paurosi ritardi (tié! Così imparate a essere più fortunati di me). Fatta la doverosa premessa procedo con la lista.

- Dark Souls II: considero il primo titolo, come pure Demon’s Souls, tra i giochi più importanti di questa generazione, perché ci ha fatto riscoprire un livello di sfida, immersione e solidità di gameplay decisamente fuori dalla norma e dagli schemi. Un gioco che chiede tanto ma che tanto sa dare in termini di soddisfazione ed esperienza di gioco, e Dark Souls II si preannuncia un degno successore. Sarò sincero: da quando la From Software ha dichiarato che sarà ancora più difficile del primo mi sto seriamente preoccupando!

- Watch_Dogs: inizialmente, dai primi dettagli e trailer, mi sembrò poco più di un GTA con un passo più tranquillo e qualche gadget interessante, ma via via che sono stati rilasciati nuovi dettagli e demo la mia attenzione è salita vertiginosamente. Anche se come genere di gioco non è esattamente il mio preferito, questo titolo sembra introdurre delle idee ottime e originali, e sono molto curioso di vedere come riusciranno a gestire un game design così pieno di spunti e variabili. Senza contare che trovo molto valido e decisamente attuale il setting distopico e il suo tema della crescente invadenza della tecnologia nelle nostre vite.

- Super Smash Bros.: non credo sia realmente necessario spiegare perché attendere questo gioco, se non per la promessa di sano e massiccio divertimento. E la presenza di Mega Man nel roster, lo ammetto.

Menzioni speciali

- Shin Megami Tensei IV: non è esattamente un titolo “da 2014″, eppure qui in Europa deve ancora arrivare, quindi speriamo che Atlus ci degni di una stupida localizzazione al più presto… tanto lo sappiamo tutti che ci arriverà comunque in inglese, quindi si sbrigassero.

- Game of Thrones: non è nella lista “ufficiale” per il semplice motivo che non se ne sa assolutamente nulla, se non che sarà basato più sulla serie TV che sui libri (e non sono sicuro che sia un bene). L’idea di un’avventura a Westeros sul modello di The Walking Dead mi intriga parecchio e la Telltale ha dimostrato di saperci fare, ma sono anche un po’ preoccupato su come gestiranno il progetto, e su quanto di nuovo potrà effettivamente regalare ai giocatori come il sottoscritto che hanno già divorato i libri e la serie TV.

.

RAIN

RainphotoSono veramente pochi i titoli che riescono a farmi dimenticare di vivere sulla Terra, ma credo che in questo 2014 ne verranno proposti alcuni che potrebbero fare al caso mio, soprattutto grazie a questa next-gen, che ormai dovremmo chiamare current-gen: le nuove potenzialità di gameplay e di comparto grafico che ne susseguono consentiranno di immergersi molto più facilmente nei meandri di mondi sconosciuti. 

- X (titolo provvisorio): questo è un gioco che potrebbe potenzialmente essere il miglior gioco dell’anno (e, secondo la mia personale opinione, della storia dei videogiochi), seguito spirituale di Xenoblade con elementi classici della saga Xeno quali robottoni, città ultra-tecnologiche, filosofia  ed esplorazione; uniamo l’elemento open-world e qualche modalità online ed abbiamo un signor JRPG. Avremo modo di parlare di questo titolo, punta di diamante di Wii U che, se non passerà in sordina come il predecessore, potrebbe rivelarsi una killer application.

- Child of Light: Ubisoft ci ha promesso poesia e nostalgia, un ritorno alle classiche atmosfere dei vecchi Final Fantasy: ben venga! Questo titolo sarà action a scorrimento con elementi RPG, condito da atmosfere e paesaggi che certamente rimarranno impressi nel videogiocatore.

- Metal Gear Solid V: Ground Zeroes: l’epopea di Snake continua con questo prologo, considerato da Kojima il tutorial di The Phantom Pain; stealth dinamico, open-world e Fox Engine, non credo ci sia bisogno di aggiungere altro. Manca anche pochissimo all’uscita.

- The Order: 1886: non si è visto molto fino ad oggi, ma promette di essere una notevole esclusiva per PS4; ambientato nel 1800, un ordine di cavalieri deve abbattere umani mutati in animali e dotati di grande forza fisica. I cavalieri potranno avvalersi di tecnologia, armi ed una pozione misteriosa che aumenta le capacità fisiche. Nello Stato la guerra tra cavalieri e “mostri” dura da diversi secoli, e la società ne risente, portando le classi sociali povere a scontrarsi con i ricchi, protetti dai cavalieri. Insomma, un action-adventure con ambientazione  stile Londra dell’800 con elementi steampunk e tanta nebbia; se pensiamo che il gameplay è parecchio ispirato ad Uncharted 2 ci sarà da divertirsi.

Menzioni speciali

- The Evil Within: torna il vero horror di Shinji Mikami, in combo con Bethesda.

- Destiny/Titanfall: la mia corrotta parte amante degli FPS mi spinge ad avere un occhio di riguardo per questi due titoloni, che spero riescano a spodestare la supremazia di scialbi CoD e Battlefield grazie alle loro componenti innovative (viaggi interplanetari in Destiny e sviluppo dell’altezza e della versatilità di combattimento in Titanfall).

.

SHINDEOR

mauroprofCome ha già detto l’esimio XenoBahamut (sì, lo chiamiamo così anche in amicizia al bar, se qualcuno se lo stesse chiedendo) quest’anno è stato di sicuro un grande anno nell’ambito videoludico, nella buona e nella cattiva sorte, tra la next-gen che si preparava (e un po’ si prepara ancora) a diventare current-gen (per riprendere anche quanto detto da Rain), diffusioni di console, Oculus Rift che incombe e promette che, se usato bene, potrà cambiare la sorte del gaming. Abbiamo visto titoloni far fruttare appieno le nostre macchine e altri da cui francamente ci potevamo aspettare molto di più. Vien da sé che il 2014 prometta grandi cose, vediamo quindi in cosa sto riponendo le mie speranze ultimamente:

- Yakuza Restoration (Ryu ga Gotoku Ishin): questo titolo è in uscita il 22 febbraio sia per Playstation 3 che per PS4  e promette di portare l’elemento storico, per il quale tendo ad impazzire essendo un amante del Giappone, in una serie già di alto livello. Con tanto di App per PS Vita, per il gusto di inserirci un po’ di CrossPlay (che in fin dei conti male non fa), il titolo in questione sembra  essere molto valido. Il grande dubbio amletico che tutti i fan occidentali si stanno ponendo però è “Lo vedremo mai da noi?”, visto che in effetti stiamo ancora aspettando il quinto capitolo della serie, che per inciso si è anche portato a casa un 40 da Famitsu, quindi forse male male non sarà…

- Bravely Second: sì, è stato annunciato da poco e sì, la Square Enix ha deciso di tirare fuori dal cappello un nuovo titolo della serie Bravely Default all’anno, dichiarazione che potrebbe far pensare che la qualità di questa IP sia destinata a scendere, causa fretta. In realtà potrebbe anche essere, ma Bravely Default è stato un JRPG con i fiocchi e, francamente, non mi sarebbe dispiaciuto poterlo chiamare Final Fantasy (come in effetti sarebbe dovuto essere nelle prime fasi) e direi che finché la barca va, è il caso di lasciarla andare.

- Final Fantasy XV: qui ci ricolleghiamo al filone fantascientifico alla X-Files, ovvero I want to Believe. Si è parlato tantissimo di questo titolo, ormai da 8 anni, quando ancora si chiamava XIII Versus e la Square Enix ci voleva far credere che XIII, Versus e Type-0 avevano un certo senso tutti insieme. Ormai pare siano cambiate parecchie cose dal disegno originale nella testa di Nomura, ma l’importante è che non ci sia Lightning, perché anche basta, insomma.

Menzioni Speciali

The Last Guardian: più per farci due risate in compagnia che altro, ma magari questo è l’anno buono… (sì sì…)

- Wayward Manor: Neil Gaiman è uno dei miei autori preferiti (se non il mio preferito e basta) e vedere un gioco scritto da lui… beh, aspettiamo va!

.

RIBESBIANCO

0a240b3a90d29d52d255ae606d782ec9I miei predecessori hanno già detto tutto quanto c’era da dire su questo anno, che si prospetta essere anche per me di forte interesse dal punto di vista ludico. Vi invito però a fare una piccola riflessione: la maggior parte dei giochi che aspetto (e aspettiamo) sono sequel, prequel, reboot o remake. C’è scarsità di nuovi contenuti e idee completamente innovative, e nonostante si stia andando sempre più avanti con le tecnologie sembra proprio che questo momento sia segnato da una sorta di stasi, di limbo tra il vecchio e il nuovo. Credo infatti che saranno i prossimi anni ad essere ancora più interessanti e pieni di sorprese. Nel frattempo, eccovi qua i giochi che aspetto con più fervore in questo 2014 (non includerò X, dato che è stato già citato, ma sappiate che è per me il gioco più atteso).

-Persona 5: dopo l’accorpamento Atlus-Sega sono molto curiosa di vedere cosa riserva il nuovo capitolo di una delle serie cult di Atlus. Ci saranno ingerenze da parte di Sega? Non ci resta che sperare che, se ci saranno, siano apporti positivi ed innovativi.

-Phantasy Star Nova: inutile dire che non vedo l’ora di atterrare su nuovi pianeti e gambizzare cattivi in modalità multiplayer sulla PS Vita per cercare di emulare (e perché no, magari di superare) il divertimento del vecchio Phantasy Star per PSP. Spero inoltre che in questo titolo siano stati risolti alcuni dei punti deboli della serie, come le lacune nell’intreccio narrativo.

-Oddworld: New ‘n’ Tasty: il remake di un classico dei platform, un gioco che attendo con la gioia di bambina degli anni ’90. Ritorna il povero Abe, l’alieno verde dalle labbra cucite la cui missione è salvare i propri compagni dalla schiavitù del lavoro in fabbrica (grandi temi qui, ragazzi).

Menzioni Speciali

-Edge of Twilight: action-adventure per PC, PS3 e Xbox 360 ambientato in un favoloso mondo steampunk.

-Sir, You Are Being Hunted: mi ero imbattuta tempo fa in questo survival horror dai toni ironici, aspetto ancora di vedere come sarà.

.

BLOODYLADYRINOA

bloodyladyrinoaNon c’è che dire, siamo una redazione abbastanza coesa nei gusti, tant’è vero che ora mi toccherà fare delle ripetizioni. Non me ne vogliate. Sono d’accordo con tutto quello che i miei colleghi hanno scritto sopra  (soprattutto con quanto dice Ribes: siamo di fronte a una crisi mistica che si sta verificando anche nel cinema. Sono tutti reboot, sequel, prequel, tratti da libri. Mi aspetto un po’ di fantasia, grazie!) mi appropinquo ad illustrarvi i come ed i perché dei miei giochi più attesi.

Bravely Second: augurandomi che la Square non rovini tutto con la fretta di sfornare un gioco l’anno, Bravely Default è stato uno dei giochi che più ho amato quest’anno, quello che mi ha riportato a essere sedicenne e incollarmi a una console per ore infinite. Ergo, non vedo l’ora di mettere le mani su questo titolo, sperando in migliorie e innovazioni che rendano questa annunciata saga un piccolo tesoro per 3DS.

- Watch_Dogs: al contrario di XenoBahamut, all’inizio mi ha incuriosito proprio perché mi ricordava GTA e la coatta che è in me scalciava prepotentemente, ma anche io più ho ricevuto informazioni più ho dovuto dare atto all’innovatività di questo gioco che si preannuncia come uno dei successi del 2014. Il tema della tecnologia che ha trasformato le nostre vite mi tocca molto, essendo sempre immersa in internet sia per lavoro che per piacere. È principalmente il motivo per cui voglio una PS4, insieme a…

- Final Fantasy XV: non so se sapete le mie posizioni in merito a Final Fantasy XIII & Co., molto in linea con un post di Shindeor di qualche tempo fa, ma a un Final Fantasy io non dico mai di no. È come quando vai a cena da nonna. Non sai se ti darà 50 euro oppure ti farà mangiare i broccoli, ma le vuoi bene, e ci vai.

- Bayonetta 2: fermo restando che il capello corto non le si addice proprio, non vedo l’ora di testare la Wii U con questo gioco. Amante delle fantaporcate come sono, non posso non amare questo titolo, attualmente insieme a X il motivo per cui voglio una Wii U. Mi tocca lavorare parecchio quest’anno.

Menzioni speciali:

- Dragon Ball Z – Battle of Z: sì, lo so che è il settordicimilionesimo gioco di Dragon Ball. Non mi importa. La voglia di menare le mani con Vegeta non passa mai, soprattutto in multi player!

- Fable Anniversary: lo menziono anche se non è di primo pelo perché non vedo l’ora di rigiocare a Fable in HD. Perché un pollo è per sempre.

- Waynard Manor: come Shindeor, e spero molti di voi lettori, amo Neil Gaiman. Sto fremendo.

Articoli Correlati:

Redazione

About

You can leave a response, or trackback from your own site.

Commenta con Facebook

Leave a Reply

 

Designed by Oyun - For Green Hosting