Castlevania: Lords of Shadow 2 – Anteprima

Lords-of-Shadow-2-head

Lords-of-Shadow-2-head

È passato molto tempo ormai dall’annuncio ufficiale del seguito di quel Lords of Shadow che nel suo intento di rinnovare la mitica serie di Castlevania aveva fatto tanto discutere di sé. Annunciato poco prima dell’E3 del 2012 tramite un vistoso trailer e relativa press conference di Konami, Lords of Shadow 2 ha impegnato parecchio i ragazzi della spagnola MercurySteam per smussare i comunque non pochi difetti del primo capitolo e consegnare al pubblico un seguito che portasse a una degna conclusione la tragica storia di Gabriel Belmont.
Con l’avvicinarsi della data di uscita, tiriamo le somme di quello che potremo aspettarci da questo atteso titolo.

LoS2-01

Per evitare al massimo gli spoiler a chi non ha giocato al primo capitolo, diremo che il gioco inizia diversi anni dopo l’epilogo di Lords of Shadows. Gabriel si risveglia dal suo vampirico sonno e dovrà fronteggiare il ritorno di Satana, oltre all’avanzata delle forze della Fratellanza e del clan Belmont stesso. Egli dovrà quindi recuperare i suoi poteri sovrannaturali attraverso l’esplorazione del suo maniero (come da consuetudine della serie), e scatenare così la sua furia verso i suoi nemici.
Enric Alvarez, director del gioco, ha chiarito che con questo titolo si porterà a conclusione la mini-saga di Lords of Shadows e che questo secondo capitolo avrà un tono anche più oscuro e cruento del primo.

LoS2-02

C’è da dire che gli sviluppatori della MercurySteam sembrano aver preso sul serio l’intento di migliorare l’esperienza del primo capitolo. Piuttosto che riciclare e aggiustare la formula già esistente, si è scelto di ridisegnare radicalmente l’engine del gioco per risolvere i problemi esistenti. La nuova struttura di gioco infatti permetterà finalmente un’esplorazione degna di questo nome, eliminando l’estrema linearità precedentemente vista; Gabriel potrà quindi percorrere più liberamente gli ambienti di gioco e questo dovrebbe permettere backtracking ed esplorazione che omaggino dignitosamente il feeling tipico della serie di Castlevania (davvero trascurato nel precedente capitolo). Del resto uno dei principali focus del gioco, cioè il ritrovamento dei poteri di Gabriel, ci lascia ben sperare sotto questo punto di vista.

LoS2-03

Anche il battle system è stato rinnovato e le prime differenze le vediamo proprio nell’arsenale di Gabriel, ora più oscuro che mai. Avremo a disposizione tre armi principali: la Blood Whip, l’arma principale (che rimpiazzerà la Combat Cross del primo gioco) con la quale potremo assorbire sangue dai nostri nemici; con i Chaos Claws potremo penetrare le difese dei nemici (cosa utile soprattutto per quelli corazzati), mentre la Void Sword ricaricherà la nostra energia ad ogni colpo inferto. A queste armi ci saranno da aggiungere le straordinarie facoltà vampiriche di Gabriel, come la trasformazione in nebbia che ci permetterà di spostarci agilmente per evitare gli attacchi avversari.
A parte queste novità, gli elementi chiave del primo gioco dovrebbero tornare con alcuni notevoli miglioramenti, primi tra tutti: la presenza meno massiccia delle sequenze in slow-motion in favore di un susseguirsi di colpi più fluido, una telecamera finalmente libera e personalizzabile e un frame-rate ottimizzato.

LoS2-04

In tutto questo il comparto tecnico si preannuncia davvero eccezionale. Il livello di dettaglio grafico appare spettacolare, pulito e dettagliato, e questo vale sia per i modelli poligonali che per gli ambienti, fino agli effetti speciali. Ovviamente da un’avventura così epicamente oscura dovremo aspettarci uno stile artistico gotico e decadente, gremito di elementi e creature fantastiche e mitologiche.

LoS2-05

Insomma dopo il discusso successo del primo Lords of Shadow sembra che MercurySteam stia facendo di tutto per imparare dai propri errori e nello stesso tempo proporre un’avventura diversa e migliore sotto ogni aspetto. Per sapere se riusciranno nell’impresa non ci resta che aspettare il 28 febbraio quando Castlevania: Lords of Shadow 2 arriverà in Europa per PlayStation 3, Xbox 360 e PC.

XenoBahamut

  

Articoli Correlati:

Marco Patrizi

About

Marco Patrizi inizia a videogiocare a circa 6 anni col mitico Commodore 64 e i coin-op delle sale giochi (di cui sente la mancanza). Da allora, di console in console, non ha mai smesso di menar di pollici sui joypad. Ha seguito ogni generazione di console, giocando a quello che poteva e leggendo del resto, sulle riviste specializzate prima e sui siti internet poi. Scrive recensioni e articoli da diversi anni per realtà online piccole e grandi. Potete trovarlo a straparlare di robe random sul suo blog: http://www.oneinchpunch.it/

You can leave a response, or trackback from your own site.

Commenta con Facebook

Leave a Reply

 

Designed by Oyun - For Green Hosting