Shin Megami Tensei IV – Anteprima

SMTIV-cast1

SMTIV-cast1

Shin Megami Tensei IV è la continuazione della fortunata saga bandiera Atlus, attesa dai giocatori di nuova generazione, ma ancora di più dai fan di vecchia data della serie madre, più affezionati all’impostazione classica piuttosto che a quella “popolarizzata” dei recenti Persona. Vediamo cosa ha in serbo per noi questo nuovo capitolo.

Il giocatore calzerà i silenziosi panni di Flynn, un comune abitante del regno orientale di Mikado. Nei primi minuti del gioco Flynn verrà accolto nell’ordine dei samurai, con il compito di proteggere il regno; accanto a lui ci saranno alcuni compagni, ognuno con il proprio ruolo e carattere. Questa premessa però non tragga in inganno, non ci troviamo di fronte a un cambiamento di formula rispetto al precedente capitolo, gli altri samurai non faranno parte del party nei combattimenti.
Come consuetudine in Shin Megami Tensei, il gruppo si troverà ad affrontare una situazione apocalittica nella quale demoni di ogni sorta la faranno da padrone. Gli stessi demoni che rappresentano la minaccia, però, saranno anche il nostro strumento, in quanto Flynn potrà portarli dalla sua parte e usarli in combattimento contro i loro simili.
Il sostrato della trama sembra seguire fedelmente i canoni della serie e, anche se lo stile grafico da anime potrebbe trarre in inganno i neofiti, ci saranno da aspettarsi toni e contenuti maturi. Vedremo se e quanto questo capitolo porterà novità importanti rispetto al passato. Ad ogni modo è già sicuro che il protagonista dovrà compiere le classiche scelte morali che lo porteranno ad assumere uno specifico allineamento: caotico (valorizzante il libero arbitrio e l’istinto), legale (valorizzante l’ordine e il controllo imposto) o neutro.

SMTIV-scr03

L’aspetto grafico è un connubio di vecchio e nuovo. L’esplorazione avverrà in terza persona in ambienti 3D, come già visto nel capitolo precedente su PS2; le battaglie avverranno invece in prima persona, come nel più recente Strange Journey. Anche se piacevole da vedere, non sembra che Atlus abbia puntato molto sulle migliorie grafiche di cui il 3DS è certamente capace; ma del resto la saga di SMT non ha mai fatto della potenza grafica una delle sue caratteristiche più importanti.

Per quanto riguarda il gameplay, vero vanto del franchise, Atlus sembra conoscere bene il detto “squadra che vince non si cambia”. Anche stavolta ritroviamo infatti le meccaniche di gioco comuni della serie, impreziosite dall’esperienza fatta in questi anni. Torna il Press Turn System, che permetterà di ottenere turni extra colpendo le debolezze degli avversari o assestando un colpo critico. Fanno il loro ritorno anche le negoziazioni con i demoni, tramite le quali il giocatore dovrà cercare di farseli alleati. E ancora una volta potremo fondere due (o più) demoni per crearne uno nuovo più potente del normale, personalizzandone le abilità ereditate.
Una delle poche novità che sembra essere interessante sono le App per il guanto di Flynn. Ottenendo risultati sia generali che specifici, come salire di livello o sconfiggere determinati nemici, il protagonista accumulerà degli App Point che potranno essere spesi per ottenere dei bonus, ad esempio uno sconto sul costo dell’evocazione di demoni dal Compendium, o un aumento di statistiche per i propri demoni, e così via. Sembra che tale feature sia fatta apposta per personalizzare e valorizzare ancora di più lo stile di gioco di ogni giocatore.

SMTIV-bs01

Shin Megami Tensei IV, insomma, si preannuncia come un degno erede della serie. Gli elementi del gameplay che ne hanno fatto la fortuna sono tutti al loro posto e staremo a vedere cosa ci riserveranno le novità introdotte. Sarà anche curioso scoprire se un gruppo di protagonisti così diverso dal solito darà vita a una trama coerente e degna del franchise.
La data di uscita nei negozi europei non è stata ancora ufficializzata, ma si vocifera un generico “entro la fine dell’anno”.
Per chi se lo fosse perso, ecco il trailer rilasciato durante l’ultimo E3:

  

XenoBahamut

Articoli Correlati:

Marco Patrizi

About

Marco Patrizi inizia a videogiocare a circa 6 anni col mitico Commodore 64 e i coin-op delle sale giochi (di cui sente la mancanza). Da allora, di console in console, non ha mai smesso di menar di pollici sui joypad. Ha seguito ogni generazione di console, giocando a quello che poteva e leggendo del resto, sulle riviste specializzate prima e sui siti internet poi. Scrive recensioni e articoli da diversi anni per realtà online piccole e grandi. Potete trovarlo a straparlare di robe random sul suo blog: http://www.oneinchpunch.it/

You can leave a response, or trackback from your own site.

Commenta con Facebook

Leave a Reply

 

Designed by Oyun - For Green Hosting