Cina “toglie” il divieto alla commercializzazione di console

cina toglie divieto console

cina toglie divieto console

Lo scorso luglio vi avevamo segnalato che il nuovo governo cinese, capeggiato da Li Keqiang, stava iniziando un processo di apertura alla ri-commercializzazione delle console di gioco; in Cina esiste un divieto sulle console che perdura dal 2000, implementato perché influenzerebbe negativamente i giovani. Il premier ha dunque aperto ad una zona di libero commercio da stabilirsi a Shanghai, per poi tentare di allargare lo scambio al resto del paese.

Il Wall Street Journal riporta la possibilità di vendere le console all’esterno di Shanghai solo dopo l’approvazione del Ministero della Cultura, ma la pratica sembra già a buon punto; saranno comunque necessari almeno 3 anni di implementazione di leggi e regole per rendere effettivamente operativa la zona a commercio libero.

Microsoft si è già mossa, investendo 240 milioni di dollari per la realizzazione di servizi e giochi per le famiglie nella zona di Shanghai, il tutto in collaborazione con BesTV New Media, compagnia televisiva cinese.

Rain

Articoli Correlati:

About

Amante dei videogiochi di nicchia e della natura, il mio scopo è trovare la vera essenza dei titoli che gioco attraverso analisi filosofica, musica ed emozioni.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Commenta con Facebook

Leave a Reply

 

Designed by Oyun - For Green Hosting