Batman: Arkham Origins – Anteprima

ArkhamOrigins-02

batman-arkham-origins-video-game-release-date

Manca ormai pochissimo, poco meno di un mese, all’uscita nei negozi del nuovo capitolo della serie Arkham con protagonista l’inimitabile Batman. Lo sviluppo di Arkham Origins è passato ai ragazzi della Warner Bros. Games Montréal, mentre Rocksteady (che tutti noi speriamo sia impegnata in un capitolo del franchise per next-gen) si è limitata a un ruolo collaborativo di supervisione.
In attesa della fatidica data vediamo di riassumere cosa potremo aspettarci da questo titolo.

Per cominciare ricordiamo che, come denota il titolo, non si tratta di un sequel di Arkham City, ma di un prequel. Il gioco è cronologicamente ambientato nei primi anni di attività di Batman a Gotham City. La polizia, Gordon compreso, ancora non ripone grande fiducia in quello strano vigilante mascherato da pipistrello; nel frattempo vediamo l’ascesa nel mondo della malavita dei primi super-criminali come il Pinguino e Black Mask.
Proprio quest’ultimo, contrariato dalle intrusioni nei suoi loschi affari, mette una pesante taglia sulla testa dell’eroe mascherato, ottenendo così l’interessata collaborazione di gran parte dei criminali, soprattutto di otto tra i killer più pericolosi sulla piazza, come ad esempio Deathstroke e Firefly. Batman si troverà quindi in una situazione meno attiva del solito, dovendo destreggiarsi tra polizia, lotta al crimine e frequenti attacchi da parte dei letali mercenari.

ArkhamOrigins-01

Diversamente dai primi due capitoli, questa volta potremo vagare nell’iconica città natale dell’eroe, divisa in due ambienti principali comunicanti tramite un ponte: la Gotham “vecchia” sarà una periferia decadente dai palazzi relativamente bassi, mentre la Gotham “nuova” avrà una maggiore intensità di alti edifici moderni, ideali per sfruttare al meglio le abilità predatorie dell’Uomo Pipistrello.
Il “feeling” ambientale dovrebbe essere dunque molto simile a quello di Arkham City, possibilmente con un accento ancora più marcato sull’open world.

Saggiamente, lo stile dei combattimenti è stato lasciato praticamente inalterato. Le differenze con i precedenti capitoli saranno minime e relative più che altro all’arsenale del Cavaliere Oscuro. Gli sviluppatori hanno comunque scelto di non ridurre drasticamente l’armamentario dell’eroe solo per il rischio di risultare cronologicamente incoerenti; Batman dovrebbe disporre quindi di gran parte dei suoi utilissimi gadget, alcuni saranno assenti, ma altri ancora saranno nuovi.
Diversi fan più “precisi” hanno storto il naso a questo riguardo, chiedendosi come sia possibile che Batman utilizzi in un prequel dei gadget non presenti nei capitoli cronologicamente successivi. Gli sviluppatori hanno risposto che Batman non porta con sé in ogni sua missione tutto il suo armamentario, quindi semplicemente a volte dispone di alcuni accessori e a volte di altri; questo non vuol dire che un dato gadget non potesse già esistere.

ArkhamOrigins-02

Warner Bros. Games Montréal sa bene di raccogliere un’eredità pesante, ed è chiaro il loro intento di non deludere i fan con sconvolgimenti arditi. Per questo motivo non sembra che troveremo significativi cambiamenti nelle dinamiche che tutti abbiamo apprezzato nei precedenti titoli.
Per sua stessa natura, la formula del prequel è probabilmente quella migliore per lasciare una discreta libertà di manovra ai nuovi sviluppatori senza avere troppi limiti derivati dai precedenti titoli. In questo modo potrebbero deliziarci con un titolo che non cambia “squadra che vince”, ma che non rinuncia a proporre qualcosa di nuovo, soprattutto per quanto riguarda il lato narrativo retrospettivo del Cavaliere Oscuro.
Batman: Arkham Origins sarà disponibile nei negozi il 25 ottobre su Playstation 3, Xbox 360, Wii U e PC.

XenoBahamut

  

Articoli Correlati:

Marco Patrizi

About

Marco Patrizi inizia a videogiocare a circa 6 anni col mitico Commodore 64 e i coin-op delle sale giochi (di cui sente la mancanza). Da allora, di console in console, non ha mai smesso di menar di pollici sui joypad. Ha seguito ogni generazione di console, giocando a quello che poteva e leggendo del resto, sulle riviste specializzate prima e sui siti internet poi. Scrive recensioni e articoli da diversi anni per realtà online piccole e grandi. Potete trovarlo a straparlare di robe random sul suo blog: http://www.oneinchpunch.it/

You can leave a response, or trackback from your own site.

Commenta con Facebook

Leave a Reply

 

Designed by Oyun - For Green Hosting