Annunciato Nosgoth

Nosgoth

Nosgoth

Sin da quando Nosgoth è stato annunciato, grande è stata l’attesa dei fan della serie Legacy of Kain. Molti speravano in un seguito della serie, che chiudesse definitivamente gli eventi lasciati in sospeso in Defiance, ma l’ipotesi venne stroncata sul nascere dalle prime indiscrezioni.

Ora finalmente Square Enix rivela apertamente che il gioco, sviluppato da Psyonix, sarà una sorta di action in terza persona focalizzato sul multiplayer online, in cui i giocatori si affronteranno a squadre appartenenti alle due razze disponibili: umani e vampiri. Ognuna delle due razze disporrà di diverse classi. Gli umani avranno dalla loro un vasto repertorio di armi ed equipaggiamenti letali; i vampiri dal canto loro potranno contare sulle loro straordinarie capacità fisiche sovrannaturali.

Ecco il trailer di annuncio:

  

Nel sito di Nosgoth è possibile leggere queste affermazioni:

«Noi alla Psyonix siamo appassionati di giochi in multiplayer a squadre. Quando siamo stati contattati da Square Enix per realizzare Nosgoth eravamo eccitati di poter creare qualcosa di unico nel genere multiplayer utilizzando l’esperienza fatta lavorando a titoli come Bulletstorm, Gears of War, Mass Effect 3 e Unreal Tournament 2004.»

«Abbiamo compiuto la decisione di adottare il free-to-play per abbattere le barriere e aprire il gioco a quante più persone possibile. Uno degli obiettivi chiave è creare un’esperienza di gioco che non penalizzi i giocatori che non spendono soldi, pertanto Nosgoth non includerà oggetti, armi o abilità che, di base, siano migliori.»

Insomma decisamente non un sequel, a malapena uno spin-off. Difficilmente sarà quello che i fan si aspettavano, ma è ancora presto per trarre conclusioni.

Il gioco sarà distribuito su PC tramite Steam e sarà free-to-play. Sul sito ufficiale è possibile registrarsi per la closed beta, mentre ancora nulla si sa riguardo un’eventuale open beta.

XenoBahamut

Articoli Correlati:

Marco Patrizi

About

Marco Patrizi inizia a videogiocare a circa 6 anni col mitico Commodore 64 e i coin-op delle sale giochi (di cui sente la mancanza). Da allora, di console in console, non ha mai smesso di menar di pollici sui joypad. Ha seguito ogni generazione di console, giocando a quello che poteva e leggendo del resto, sulle riviste specializzate prima e sui siti internet poi. Scrive recensioni e articoli da diversi anni per realtà online piccole e grandi. Potete trovarlo a straparlare di robe random sul suo blog: http://www.oneinchpunch.it/

You can leave a response, or trackback from your own site.

Commenta con Facebook

Leave a Reply

 

Designed by Oyun - For Green Hosting