Indiemoniati #01: Atom Zombie Smasher

Vittoria! Ora questo territorio ci darà pnti extra
Strategico:
Blendo Games
Price:
9,99 Euro

Reviewed by:
Rating:
3
On novembre 18, 2013
Last modified:febbraio 25, 2014

Summary:

titolo

titolo

Benvenuti, miei piccoli Indiemoniati, alla prima recensione di questa fantastica rubrica (modesto, ve?). Pronti a farci strada tra orde di cattivissimi zombi? E’ l’ora di Atom Zombie Smasher!!!

 

Nuevos Aires, 1960. Quella che sembrava una giornata come tante altre, si rivela essere invece l’inizio dell’Apocalisse. Orde di morti viventi invadono le strade, massacrando la popolazione e infettando le loro vittime, trasformandole in orrendi abomini affamati di carne umana. Esattamente un anno dopo, finita la guerra contro gli zombi, tocca raccogliere i cocci. Ed eccoci pronti al comando delle operazioni! A noi il compito di riconquistare le zone infestate, mettere in salvo la popolazione ed estinguere gli ultimi focolai di infezione zombi.

Atom Zombie Smasher è stato una piacevole scoperta; approfittando dei saldi Steam, ho preso quanti più indie game il mio portafogli potesse permettersi e questo è uno dei fortunati che sono entrati a far parte della mia collezione.

Si presenta con una grafica essenziale e un sistema di gioco piuttosto semplice che però promette tante lunghe partite.

è notte ed ora son volatili per diabetici

è notte ed ora son volatili per diabetici

La schermata principale mostra la mappa, con tutte le zone affidate al nostro controllo. All’inizio avremo a disposizione solo l’elicottero da evacuazione, impegnato in una missione di recupero di livello 1, il fattore di rischio più basso. Verremo trasportati nella mappa di gioco: una città vista dall’alto, con una visuale a volo d’uccello, dove potremo distinguere chiaramente i sopravvissuti, rappresentati da puntini gialli, e gli zombi, in viola. Questa semplice missione-tutorial ci permette di familiarizzare con i comandi di base, quali il posizionamento delle unità e come cercare di guidare i sopravvissuti verso la salvezza. Man mano che proseguiremo, ci verranno affidate più unità per aiutarci a combattere la minaccia non-morta: avremo a disposizione unità di fanteria, artiglieria, esplosivi, e altre simpatiche cosucce per seminare distruzione all’interno delle città e salvare quanti più civili e scienziati possibile. Tutto qui? No perché, se all’inizio avremo solo pochi zombi da far fuori, man mano che proseguiremo con la partita, avremo infestazioni sempre più gravi. I livelli di rischio infatti vanno da 1 (pochi zombi con due o tre spawn points al massimo), fino al livello 4, ovvero un’invasione su larga scala, dove ormai non ci sono più sopravvissuti e ci toccherà eliminare tutti gli zombi prima del tramonto. Eh, già… Il tramonto. Se di giorno i non-morti sono relativamente pochi, ed è più semplice gestirli, di notte escono fuori dalle loro tane e anche una semplice missione di recupero a rischio 1 può facilmente trasformarsi in un attacco su vasta scala!

la mappa di gioco

la mappa di gioco

Sembra tutto abbastanza semplice, ma vi posso garantire che le prime partite saranno molto frustranti. Gli attacchi saranno duri e non facilmente gestibili, costringendo il giocatore a lasciare in mano ai morti viventi più di un settore, aumentando così il punteggio globale degli infetti. Ogni settore controllato da l’una o l’altra fazione, infatti, contribuirà al punteggio necessario per sbloccare alcuni potenziamenti e, alla fine, chiudere la partita. Consiglio caldamente di aumentare il limite massimo di punti necessari per la vittoria, almeno per i primi tempi. Vi darà il tempo necessario per prendere confidenza con i punti di forza delle vostre unità e di capire come muoversi all’interno delle zone a rischio; vi permetterà di scegliere con più accuratezza quali upgrade sbloccare grazie agli scienziati tratti in salvo e come ottimizzare l’impiego delle vostre truppe per far si che salgano di livello quanto prima, in modo da rendere il tutto più agevole per voi.

bisogna salvare quante più persone possibili

bisogna salvare quante più persone possibili

Alla lunga il gioco può risultare un po’ ripetitivo: noi siamo qui, gli zombi sono lì, vai e distruggi! Posso assicurarvi però che non ci saranno mai due partite uguali! Vuoi per le molteplici opzioni da attivare per impostare la partita, che possono rendere il tutto una passeggiata o un vero e proprio incubo; vuoi per la comunità di modder, che ha creato qualche modifica veramente interessante, posso assicurarvi che ogni tanto vi verrà voglia di un’altra partita senza esclusione di colpi!

Vittoria! Ora questo territorio ci darà punti extra

Vittoria! Ora questo territorio ci darà punti extra

About

You can leave a response, or trackback from your own site.

Commenta con Facebook

Leave a Reply

 

Designed by Oyun - For Green Hosting