Datagate – Microsoft contro spionaggio del governo tramite Kinect

prism1

prism1

 

Il nuovo Kinect sta causando non pochi problemi a giocatori e sviluppatori a livello di capacità di monitoraggio, e molti stanno iniziando a preoccuparsi per la propria privacy. Recentemente un portavoce di Microsoft si è espresso sulla situazione:

” In mancanza di una legge non crediamo che il governo abbia l’autorità di forzare noi o altre società a raccogliere dati video e vocali attraverso periferiche tecnologiche. Risponderemo in maniera aggressiva in tribunale se qualcuno volesse costringerci in questo senso.”

L’agitazione è sicuramente dovuta alle recenti rivelazioni di Edward Snowden circa l’operato del PRISM, un sistema elettronico di sorveglianza di massa clandestino condotto dalla NSA (National Security Agency) – se non conoscete questa storia, vi consiglio caldamente di cercare “Datagate” su Google – che spierebbe attraverso diversi dispositivi (PC, cellulari, social network, webcam ecc.) praticamente quasi tutta la popolazione mondiale, conducendo talvolta attività criminose.

Microsoft deve inoltre rispondere di varie accuse per aver volontariamente inviato dati di Skype, Outlook, SkyDrive direttamente al PRISM (sempre secondo i documenti di Snowden).

A chi credere? Di certo non a Microsoft e al governo americano, che praticamente ci spiano sotto il naso.

Rain

Articoli Correlati:

About

Amante dei videogiochi di nicchia e della natura, il mio scopo è trovare la vera essenza dei titoli che gioco attraverso analisi filosofica, musica ed emozioni.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Commenta con Facebook

Leave a Reply

 

Designed by Oyun - For Green Hosting