Tales of Xillia – Anteprima

banner xillia

banner xillia

Oggi vi presentiamo nella sua interezza Tales of Xillia, RPG sviluppato da Namco Tales Studio, in occasione dell’uscita europea sempre più vicina; faremo quindi una rassegna delle varie presentazioni del gioco e delle sue caratteristiche principali per non rivelare troppi dettagli e rovinare la sorpresa.

primo concept

Primo concept del gioco

Lo sviluppo del gioco è iniziato subito dopo l’uscita di Tales of Hearts, undicesimo capitolo della serie; si parla quindi dei primissimi mesi del 2009, per cui il tempo di sviluppo è stato di 2 anni e mezzo circa. La prima volta che si è parlato del gioco, nominandolo come nuovo “Tales of per PS3″, è stato il 28 Luglio 2010 sul Weekly Shonen Jump; l’annuncio ufficiale dell’esistenza di tale gioco da parte di Namco Bandai Games è arrivato pochissimi giorni dopo, ovvero il 2 Agosto. Il reveal è invece arrivato il 15 Dicembre 2010 sempre grazie al Weekly Shonen Jump, in contemporanea al lancio del sito ufficiale: staff di sviluppo, i due protagonisti Milla e Jude ed il battle system sono stati ugualmente ufficializzati.

tales-of-xillia-jude-mathismilla

ToX-Leia-ScreensAlvin-Tales-of-Xillia

Nei primi mesi del 2011, sono stati svelati solo altri due personaggi: Alvin, che si unirà presto al gruppo e Leia, amica d’infanzia di Jude. A maggio è arrivata la prima data ufficiale per il Giappone, stabilita all’8 Settembre 2011, con un possibile bundle con la console. Nello stesso momento è stata rivelata  la theme song ufficiale  “Progress” della famosa cantante Ayumi Hamasaki.

Molto tempo è passato tra l’uscita giapponese ed un’eventuale localizzazione occidentale, e le speranze stavano svanendo, nonostante il gioco abbia avuto molto successo e ricevuto ottimi voti. Nel Marzo del 2012 il marchio del gioco è stato registrato per l’Europa ed il Nord America, e solo il 6 Luglio 2012 Namco Bandai Games Europe ha annunciato la localizzazione ufficiale su Twitter. Le nuove date di rilascio, infine, sono arrivate il 4  e l’11 Aprile 2013: 6 Agosto 2013 per il Nord America e 9 Agosto 2013 per Europa ed “Australasia”.

Parliamo ora delle dinamiche e delle caratteristiche principali: Tales of Xillia è il tredicesimo capitolo principale della serie, e narra di un mondo fittizio chiamato Rieze Maxia, seguendo la storia dei protagonisti Jude Mathis e Milla Maxwell. Grande innovazione quindi per la serie, che introduce per la prima volta una dualità a livello di protagonisti, e non solo: all’inizio della storia potremo scegliere di intraprendere il percorso dal punto di vista di uno dei due, che cambierà molte scene d’intermezzo, punti cruciali della storia ed interazioni tra i personaggi; questo consentirà un altissimo livello di rigiocabilità per completare l’esperienza.

battle xillia

Fase di combattimento

Il sistema di combattimento e l’esplorazione prevedono il mantenimento di elementi classici ma anche l’inserimento di nuove meccaniche che rendono il capitolo molto più appetibile: percorreremo il mondo con inquadratura a 360 gradi posta alla schiena del personaggio, con proporzioni e grandezze identiche al mondo reale (la mappa è quindi una rappresentazione in 3D realisticamente proporzionata a passo d’uomo, con relativa velocità di percorrimento e distanze). Il combattimento (Dual Raid Linear Battle System) a incontri rispetta la tradizione, con spostamento dell’area di gioco in un’arena non appena toccheremo un mostro vagante nel mondo esplorativo; il combattimento in sé per sé avviene in tempo reale e prevede molta più azione rispetto ai capitoli precedenti, in quanto avremo la squadra organizzata in due gruppi, e tenderemo a collegare 2 coppie di personaggi per un totale di 4 partecipanti: controllando un personaggio, potremo “linkarlo” ad un altro, che prenderà di mira lo stesso nemico nostro ed avremo abilità bonus attivate che aumenteranno le possibilità di combo. Le combinazioni risulteranno più efficaci se i tasti vengono premuti con buon tempismo, e le mosse si possono sovrapporre tra un personaggio ed un altro; collegando le Arti di due combattenti ed effettuando combo con successo si potranno attivare potentissime abilità uniche ed ottenere resurrezioni automatiche in caso di sconfitta. Gli indicatori saranno due: avremo i “Technical Points” per l’utilizzo di Arti che si ricaricheranno attaccando, e gli “Assault Counter” per attaccare normalmente che si ricaricheranno col tempo. Ciliegina sulla torta l’elemento classico della serie di poter giocare in cooperativa.

panorama

Ci attendono panorami stupendi

Tales of Xillia promette quindi di essere un RPG di spicco, nonostante sia uscito 2 anni fa, e potrebbe proporre un grado di profondità e maturità molto superiore rispetto ai precedenti, avendo peraltro come motto e come concept il fatto di essere un “RPG dalle incrollabili credenze/sicurezze”. Xillia potrebbe essere quindi l’inizio di un nuovo tipo di RPG, vedremo se la caratterizzazione dei personaggi ed i temi trattati gli consentiranno di essere un titolo di ampio rispetto.

Per il momento possiamo dire che il biglietto da visita è ottimo, soprattutto analizzando le recensioni ed i premi ricevuti dalla versione giapponese: Famitsu ha assegnato un voto di 39 su 40, conferendogli  anche l’Award of Excellence; al Sony’s Playstation Awards ha ricevuto il Gold Prize e lo User’s Choice Award. Le vendite sono ugualmente andate benissimo, battendo i record di pre-order della serie e vendendo mezzo milione di copie nella prima settimana.

  

Noi di EIR Games attendiamo con ansia la versione europea e non appena metteremo le mani sul gioco forniremo una recensione completa, sperando di assistere a nuove tematiche ed esplorare nuovi confini dell’RPG alla giapponese.

Voto di Attesa: 9.5/10

Rain

  
  

Articoli Correlati:

About

Amante dei videogiochi di nicchia e della natura, il mio scopo è trovare la vera essenza dei titoli che gioco attraverso analisi filosofica, musica ed emozioni.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Commenta con Facebook

Leave a Reply

 

Designed by Oyun - For Green Hosting