SNK Legends al Vigamus!

SNK Playmore logo_and_wordmark

SNK_Playmore_logo_and_wordmark

La famosa azienda di videogiochi, la SNK Playmore, è stata la protagonista dell’evento organizzato dal Vigamus questo week-end.
I punti clou dell’evento sono stati sicuramente le due interviste rilasciate da Yamamoto Kei e Kiyoji Tomita, le illustrazioni esclusive che ha realizzato appositamente Ogura Eisuke e il cabinato contentente The King of Fighters 98, Samurai Shodown II, Fatal Fury Special e Art of Fighting che la SNK ha donato al Vigamus. Decisamente dei regali più che graditi per noi fan dell’ SNK che abbiamo assistito all’evento! Decisivi poi gli approfondimenti dedicati di Gualtiero Cannarsi, esperto e amante della storia dell’azienda che ha illustrato nel suo intervento vari punti fondamentali della storia della casa, partendo dalle origini.
In un interessantissimo excursus che è partito da Vanguard e poi ASO Alpha Mission dove la SNK ancora presentava nel logo gli ideogrammi di Shin Nihon Kikaku  (Progetto Nuovo  Giappone), passando per Ikari e la copertina realizzata da Tagami Yoshisa e il concetto di media mix che si afferma poi con Athena’s Wonderland e la cassetta contenente il singolo del seguito Psycho Soldier nell’edizione per Famicom, concetto di abbinamento di marketing assolutamente innovativo per l’epoca. Attraverso questo percorso di immagini e storia del videogioco siamo arrivati al mini concerto di Masako Makaron che ha omaggiato la serie cantando le due famose canzoni di Athena Asamiya, Psycho Soldier e Kizudarake no Blue Moon (La luna blu ferita), riarrangiate appositamente dal team della SNK che davvero si è prodigato per rendere felici tutti i presenti tramite queste chicche.
In Italia raramente abbiamo l’occasione di sentirci protagonisti del videogioco ma la SNK ha deciso di mettersi in gioco e supportare la nostra “nascente” (rispetto al Giappone e all’America sicuramente) comunità videoludica e abbiamo davvero gradito queste piccole accortezze nei confronti di un pubblico spesso tralasciato.
Le illustrazioni di Eisuke dedicate a King of Fighters, ora esposte in un pannello dedicato al Vigamus, sono davvero sensazionali.

SNK Vigamus 7

Questa in digitale, dettagliatamente spiegata nei minimi particolari da Cannarsi, presenta le varie epoche di King of Fighters: in alto G-Mantle la mascotte usata prima di Terry Bogard, poi appunto lo yankee più famoso dei videogiochi e con lui l’epoca dei primi anni ’90, poi Kyo e la sua nipponicità simbolo della metà degli anni ’90 e poi Kura Diamond, il simbolo del nuovo millennio.
L’illustrazione a mano rappresenta invece Terry Bogard che gioca al Neo-Geo con tanto di autografo, un vero tesoro!
Due opere imperdibili che meritano di essere viste dal vivo, come anche le action figure di Athena Asamiya e tutto il materiale storico messo a disposizione dal Vigamus.

Articoli Correlati:

bloodyladyrinoa

About

A 10 anni chiede per Natale la Play Station al padre, dopo aver passato l'infanzia a scroccare videogames ai suoi amici maschi (ormai stufi di farsi stracciare a Street Fighter da una ragazzina). Scopre in età adolescenziale i grandi classici, ma intanto ha già perso la testa per Final Fantasy e gli (j)rpg. Il suo sogno è creare videogiochi contraddittori pieni di unicorni e principesse con spade a due mani.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Commenta con Facebook

Leave a Reply

 

Designed by Oyun - For Green Hosting