Intervista a John Kaminari

Anni fa, dove internet e simili arcani erano ancora quasi fantascienza, andavo in edicola fiduciosa con tutti gli spiccioli che riuscivo a raggranellare in casa, e compravo le mie prime riviste di videogiochi.
Chi di voi, non ha fatto lo stesso?
E ditelo che avete comprato anche i supplementi con i cheats e i game shark.
Non mentite.

Fra quelle riviste ce n’era una molto famosa, dove, al secolo, l’Ispettore Minari, scriveva grandi recensioni fatte da chi ha l’occhio per giocare, e che ci facevano sorridere per il taglio ironico.

Per noi di Eyes In Rome è stata quindi una più che gradita sorpresa ritrovare un personaggio come John Kaminari all’evento del Vigamus come presentatore di una parte di Lara Croft Forever.

Di strada ne ha fatta tanta e ha una carriera attiva nella mecca di tutti quelli che vorrebbero lavorare in questo mondo fatto di sogni virtuali: in Giappone.

Giornalista, ma anche attore e doppiatore, John Kaminari ha partecipato a un incontro diretto con lo staff della Square Enix, proprio riguardante Tomb Raider.

Disponibilissimo, ci ha gentilmente concesso di scambiare qualche parola con noi di EIR.

EIR: Abbiamo sentito durante la presentazione che sei stato da Square Enix e hai collaborato con loro. Dato che sei ormai introdotto nel settore da anni, c’è stato comunque qualche “attrito” dovuto al fatto che sei straniero, o ormai sei abituato alla loro mentalità lavorativa?

John Kaminari: Guarda, lavoro in Giappone ormai da anni, quindi mi conoscono, lavoro con le case editrici giapponesi, scrivo articoli per Game Watch, una delle prime riviste online di videogiochi, da sei anni. Non lavoro per riviste straniere ma proprio per una rivista giapponese. Certo sono sempre un gaikokujin (straniero in giapponese), quindi mi vedono in modo diverso… quando vado al Tokyo Games Show.. (risata) Noi procediamo tutti in fila, uno dietro l’altro, e quando passano i giapponesi… tutto bene. Poi arrivo io e mi fermano! E allora provo a dire: “Anche io sono di Game Watch!Ho questa faccia ma anche io sono di Game Watch!”  ..al che tiro fuori il biglietto da visita e allora “Ahhh, certo, prego prego!”. Per fortuna, mi cominciano a conoscere. 

E:Prima ti ho sentito dire che per te questa Lara Croft ha un aspetto più internazionale.. ecco, come pensi che sarà l’impatto di Lara in Giappone?

J.K: Tomb Raider è una delle poche serie [straniere] che ha avuto un vero e proprio boom in Giappone all’epoca. Quindi questo reboot della serie, che è  anche artisticamente molto più accattivante per i giapponesi, più spettacolare…secondo me andrà bene.Me lo auguro, perchè il gioco è valido. Secondo me Square Enix non potrebbe fare mai un gioco del genere da sola, però è anche vero che Crystal Dynamics non avrebbe potuto realizzarlo senza la direzione di Square Enix. L’unione delle due forze è stata fondamentale. I giapponesi sono portati per la supervisione e la direzione, infatti in questo senso la Square Enix sta lavorando molto bene, ad esempio con Hitman Absolution. Per il livello di qualità, mi auguro davvero che Tomb Raider in Giappone vada bene.

Un commento a bruciapelo su Final Fantasy Versus?

Perchè esiste ancora? (risata)

Insomma, John Kaminari, nonostante la lunga gavetta, conserva ancora umiltà e senso dell’umorismo.
Abbiamo dunque più di un’ illustre conferma sul fatto che questo nuovo Tomb Raider è una vera bomba.
E voi che ne pensate? Ci  state giocando? Fateci sentire la vostra opinione!

 

 

John Kaminari

 

Articoli Correlati:

bloodyladyrinoa

About

A 10 anni chiede per Natale la Play Station al padre, dopo aver passato l'infanzia a scroccare videogames ai suoi amici maschi (ormai stufi di farsi stracciare a Street Fighter da una ragazzina). Scopre in età adolescenziale i grandi classici, ma intanto ha già perso la testa per Final Fantasy e gli (j)rpg. Il suo sogno è creare videogiochi contraddittori pieni di unicorni e principesse con spade a due mani.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Commenta con Facebook

Leave a Reply

 

Designed by Oyun - For Green Hosting