Evento Lara Croft Forever

Tomb Raider Cosplay group 1

Ieri, in occasione dell’evento Lara Croft Forever al VigaMus, che ricordiamo a chi non lo sapesse essere  il primo vero Museo del Videogioco in Italia, con sede a Roma, abbiamo avuto l’occasione di goderci un evento dedicato a uno dei giochi che hanno fatto la storia. Ovviamente parliamo di Tomb Raider, che sta vivendo una nuova gloria grazie al reboot creato dagli sforzi di Crystal Dynamics e Square Enix.
L’evento, realizzato dal VigaMus in collaborazione con Halifax Italia, è stata una celebrazione al personaggio di Lara, partendo dalla presenza della bravissima doppiatrice Barbara Ponticelli alla gara cosplay, che ha decretato la Lara del Millennio, all’intrattenimento per gli ospiti che ha offerto in palio vari e allettanti premi con un quiz.
L’evento è stato introdotto ovviamente dal direttore del VigaMus, Marco Accordi Rickards, che ha giudicato il titolo valido e davvero degno di nota, celebrando l’icona di Lara in questo nuovo gioco come una “donna vera, quindi anche più fragile, che si apre ai giocatori e che racconta il percorso che l’ha portata da una studentessa, una ragazza appassionata di archeologia a essere un avventuriera dura, il personaggio che tutti noi ricordiamo.”
e ancora, “il gioco è veramente eccezionale,un alto livello di giocabilità, un gioco molto lungo, ci sono tantissime avventure una mappa molto ampia, con tante missioni, anche secondarie da sbloccare, è molto fluido, dinamico, divertente, coinvolgente.”
E se il direttore del Vigamus ne parla in questi termini, non possiamo che fidarci.
Ma abbiamo avuto ulteriore conferma da Valerio Pastore, il responsabile comunicazione e marketing del Vigamus, che ci ha mostrato come la stampa italiana ha ben accolto questo titolo, con commenti molto più che favorevoli, in un video che ci ha dato un’ulteriore dimostrazione della superbia grafica di questo gioco, altro aspetto da non sottovalutare assolutamente.
Dopo aver visto anche come il team di sviluppo abbia vissuto gli ultimi momenti prima del lancio, in una docu-intervista tenuta da Zachary Levi, in cui tutti noi in sala ci siamo sentiti partecipi degli sforzi e delle aspettative di Crystal Dynamics, siamo passati al vivo dell’evento.

Lara Croft doppiatrice Barbara Ponticelli

Barbara Ponticelli, che ha prestato la sua voce a questa nuova Lara, ha dapprima risposto ad alcune domande sul lavoro svolto per Tomb Raider per poi passare a doppiare in tempo reale un’ intera scena del gioco.
Una prestazione ottima, che oltre a far vedere la competenza della Ponticelli, ha fatto vedere a noi il gameplay. Decisamente da giocare.

Il testimone è poi passato a Luca Panzieri, direttore artistico di Cosmoviex, che ha curato la parte cosplay dell’evento. Hanno sfilato per noi esibendosi in varie scene, le ragazze che hanno cercato di dare il meglio nel presentare  la loro Lara Croft.

Tomb Raider Cosplay group 2
In attesa del risultato, abbiamo partecipato a un quiz a premi, come sopra accennato, presentato da John Kaminari, scrittore per Game Watch, ma anche attore, doppiatore e personalità di spicco nell’ambito dei videogiochi.
(trovate l’intervista qui!)
Dopo esserci aggiudicati come bottino due poster di Tomb Raider, intrattenuti da Kaminari e dal divertente Capo Animatore del Vigamus, in arte mercenario Sirio, abbiamo assistito alla premiazione.
La giuria composta da esperti in materia, compresi i due rappresentanti di Tomb Raider Italy e Tomb Raider Italia, ha decretato che la Lara Croft del Millennio è Eleonora Scorta, romana, che ha interpretato alla perfezione il ruolo, portando un cosplay della Lara odierna, veramente curato in ogni particolare. La somiglianza fisica è poi impressionante.

Lara Croft 1
Da menzionare anche Isabella Pivaro, vincitrice del titolo “miglior Lara storica“, che con il suo cosplay di Lara Croft in versione “poligonale“, è diventata famosa nell’ambito del cosplay già da qualche tempo.
Una versione originale e diversa dalle altre, che grazie alla dovizia con cui è realizzata ha dato soddisfazione a tutti i fan storici di Lara, me compresa.

Lara Croft 2
Infine non ci resta che dire: un evento divertente, interessante, piacevole, di cui siamo felici di poter dire…noi c’eravamo!

 

Articoli Correlati:

bloodyladyrinoa

About

A 10 anni chiede per Natale la Play Station al padre, dopo aver passato l'infanzia a scroccare videogames ai suoi amici maschi (ormai stufi di farsi stracciare a Street Fighter da una ragazzina). Scopre in età adolescenziale i grandi classici, ma intanto ha già perso la testa per Final Fantasy e gli (j)rpg. Il suo sogno è creare videogiochi contraddittori pieni di unicorni e principesse con spade a due mani.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Commenta con Facebook

Leave a Reply

 

Designed by Oyun - For Green Hosting