Wii U, uscita, dubbi e malcontento

Ieri 30 Novembre è finalmente arrivata anche in Europa la nuova console di casa Nintendo, la Wii U; la console ha ottenuto già un buon successo in suolo Nordamericano, anche se poi si sono verificati problemi al funzionamento della macchina che obbliga a scaricare una patch da 5GB, un duro colpo se si pensa che la versione più costosa della Wii U ha una capacità di appena 32GB. I dati delle vendite europee non tarderanno ad uscire e Nintendo ha messo i paletti in fatto di unità vendute: la stima è di 3 milioni di unità entro la fine dell’anno e 5,5 milioni entro il 31 Marzo 2013, numeri che dovrebbero essere facilmente raggiungibili. Che cos’è quindi che non convince il pubblico in merito a questa console? Posso sicuramente parlare per il pubblico italiano, perché spesso sui social network e su altri siti ho visto svariate lamentele del genere “è una console già vecchia”, “XBOX360 e PS3 sono migliori”, “è come per la wii, la si compra solo per Super Mario ed affini”, “ho già rivenduto la mia Wii U”; ora il punto è, cosa c’è di vero in tutto questo?

 Parliamo prima di tutto delle specifiche tecniche: si è recentemente scoperto che Wii U utilizza una CPU da 1.24Ghz ed una GPU da 550Mhz, motivo per il quale molti sviluppatori si sono lamentati della scarsa velocità della macchina e quindi di aver dovuto trovare soluzioni differenti e creative per il corretto funzionamento dei giochi; rispetto ai 3.2 Ghz di XBOX360 ci troveremmo quindi di fronte ad una console già indietro rispetto alle concorrenti, che non ha nessuna possibilità di crescere. Quello che ancora non si è capito è che Nintendo non punta ad avere più potenza delle altre console, ma punta ad innovare spendendo meno in costi di produzione, ed il risultato si è visto con Wii, che ha spadroneggiato per diversi anni, con le altre due console ad inseguirla creando il Kinect ed il Playstation Move. Con Wii U abbiamo una console che graficamente sembra essere alla pari delle concorrenti e che introduce il GamePad con schermo integrato, che offrirà certamente soluzioni molto creative ed interattive per i suoi giochi. Credo che Nintendo abbia scelto appositamente il periodo d’uscita e le caratteristiche di Wii U per prendere vantaggio rispetto a PS4 ed XBOX720 e cercando di capitalizzare il più possibile durante l’assenza delle suddette.

Errato secondo me anche il giudizio dal punto di vista dei giochi, fermandosi solo ai pilastri di Nintendo come Super Mario e non andando a spulciarsi quelli che sono i giochi previsti per la console, che sono molti e promettono svariate esclusive; errore commesso anche per la vecchia Wii, che a mio avviso contiene giochi come Xenoblade, The Last Story, Fragile Dreams che le consentono di essere migliore di XBOX 360 e PS3 che di giochi così particolari non ne hanno conosciuti. Ma si ritorna sempre al solito problema: la maggior parte dei videogiocatori non vede mai al di là delle apparenze e si ferma ai soliti prodotti commerciali quali Halo, Call of Duty, Fifa ecc.

Non voglio assolutamente dire che Wii U sia migliore, perché io almeno prima di giudicare aspetto i fatti, ed è troppo presto per fare valutazioni in merito: quello che è certo è che il prezzo ed i bundle della console Nintendo non sono invitanti, e conviene aspettare un ribasso del costo e l’annuncio di qualche titolone in più prima dell’acquisto, che da parte mia avverrà sicuramente.

Termino questa riflessione dicendo che la console war non ha senso, perché dove una console ha una pecca l’altra riesce a coprire e viceversa; purtroppo se si vuol essere un vero videogiocatore le console vanno comprate e valutate tutte (aspettando ovviamente gli sconti per chi come me non ha molte possibilità economiche). Mi sento però di dire che fino ad ora Nintendo ha avuto qualcosa in più rispetto alle altre, ed ora sarà interessante vedere come si comporterà con Wii U, anche perché si ripropone lo stesso scenario di Wii, una console denigrata dall’opinione pubblica che si è fatta valere alla grande.

 

Rain

Articoli Correlati:

About

Amante dei videogiochi di nicchia e della natura, il mio scopo è trovare la vera essenza dei titoli che gioco attraverso analisi filosofica, musica ed emozioni.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Commenta con Facebook

Leave a Reply

 

Designed by Oyun - For Green Hosting