Corpse Party: Blood Drive, nuovo capitolo per la serie

20140318_231301_thumb

Nel 1996 il team GrisGris diede alla luce, utilizzando RPG Maker, il survival horror Corpse Party. Nonostante la grafica povera di dettagli e il gameplay rudimentale, l’atmosfera inquietante e la pesantezza dei temi trattati hanno garantito al gioco un successo tale, nel corso degli anni, da spronare il publisher 5pb a riproporlo prima per PC e poi per PSP, ottenendo anche la distribuzione americana e europea, a cura di XSEED. Nel 2011 il  gioco per PSP ha poi avuto un sequel, chiamato Corpse Party: Book of Shadows. Lo scorso anno fu infine annunciato un ulteriore sequel, inizialmente previsto per il 2013 e poi spostato a luglio 2014, destinato a PS Vita: finalmente abbiamo qualche informazione più approfondita.

corpse_party_wallpaper_by_inmoeview-d4trdpw

Il primo Corpse Party è ambientato in una scuola media costruita sulle rovine di una scuola elementare dove molti bambini sono rimasti uccisi in circostanze misteriose. Durante una notte d’estate, alcuni studenti delle medie si ritrovano a scuola per raccontarsi storie di fantasmi, e finiscono per realizzare un rito di magia nera trovato su internet. Poco dopo la fine del rito si ritrovano catapultati in un limbo dove la scuola elementare è ancora in piedi e dove cominciano ad accadere fenomeni strani, che piano piano renderanno chiare le circostanze della tragedia avvenuta tra quelle mura, ovviamente a scapito dei nostri studenti, che dovranno passare davvero dei terribili momenti.

cpartybd_thumb

Il nuovo sequel si chiamerà Corpse Party: Blood Drive, e sarà un seguito diretto di Book of Shadows. Due mesi dopo la fine del capitolo precedente ritroviamo Ayumi in una stanza di ospedale, affetta da una strana malattia provocata dagli effetti della magia nera. Durante la sua permanenza nell’ospedale, Ayumi riceve una visita da una ragazza che afferma di essere “un’amica spirituale” di sua sorella Hinoe (rimasta nella demoniaca dimensione parallela), portandole un messaggio proprio da parte di quest’ultima: recuperare il Libro delle Ombre, un tomo di magia nera.

Dopo essere stata dimessa dall’ospedale, un ragazzo le consiglia di usare il Libro delle Ombre per riportare in vita i suoi amici morti. Per realizzare questo progetto Ayumi si reca a casa di una parente, una tale Makina Shinozaki

I vecchi personaggi saranno ri-disegnati da Makoto Kedouin, colui che si occupò dei disegni del manga tratto dalla serie, Corpse Party: Blood Covered, che segue le vicende del primo capitolo. Vediamoli insieme.
ayumil_532922bf4e639   l_532922c07f755
Ayumi Shinozaki, Naomi Nakashima e Magari Mizuki
l_532922c1c3144

Kuon Niwa, una professoressa della classe di Ayumi. Parla con un tono calmo e tiene ai propri studenti, ma sembra esserci qualcosa di misterioso in lei.
l_532922c253033

Misuto Kiriya, il ragazzo misterioso che spiega ad Ayumi come utilizzare il Libro delle Ombre

Questo nuovo capitolo sarà il primo ad essere realizzato in 3D, sia per quanto riguarda gli scenari sia per i personaggi, che saranno inoltre sviluppati in stile super-deformed.

l_532922b9dff86_thumb

Vedremo se questa scelta incrementerà il successo di questo gioco, già molto suggestivo grazie all’eccezionale doppiaggio giapponese, che da solo riusciva a sopperire alle carenze tecniche della grafica regalando emozioni davvero forti.

Corpse Party: Blood Drive uscirà in Giappone il 24 luglio per PS Vita, e per il momento questa è l’unica data disponibile, dato che XSEED non sa ancora se riuscirà a portarlo in occidente, ma ha riferito che “farà del proprio meglio” per accontentare i fan.

Vi lasciamo con le foto di alcuni personaggi resi in 3D, per gentile concessione di Famitsu.

RibesBianco

Articoli Correlati:

Irene "RibesBianco" Caroti

About

Nata a Firenze e trapiantata a Roma, si appassiona ai videogiochi fin da bambina, quando, complice un padre videogiocatore, inizia ad aprire il fuoco sui cattivi di Doom e Quake con grande soddisfazione. Crescendo mette giudizio e si dedica a lunghe sessioni di gioco su RPG e giochi strategici. L'altra grande passione di Ribes sono le lingue: da qui il suo ruolo di traduttrice di EIR, nonché quello di grammar nazi ufficiale all'ennesima potenza.

You can leave a response, or trackback from your own site.

Commenta con Facebook

Leave a Reply

 

Designed by Oyun - For Green Hosting