Indiemoniati #05: Antichamber

Review of: Antichamber
FPS Puzzle Game:
Alexander Bruce

Reviewed by:
Rating:
5
On marzo 17, 2014
Last modified:marzo 17, 2014

Summary:

Antichamber è un'esperienza molto strana. Un labirinto che cambia mentre ci camminate dentro e lo spazio ripiegato su sé stesso costituiranno una vera sfida. E ci sono anche i puzzle da risolvere strada facendo, nel caso non lo trovassimo troppo difficile!

IndiemoniatiSalve cari!

Vi ho lasciati soli soletti per un’intera settimana, lo so… Ma mi faccio perdonare subito! Stavolta vi porto un gioco che mi ha fatto inventare tanti nuovi insulti originalissimi: Antichamber!

Antichamber

Ci ritroviamo chiusi in una stanza, l’uscita a pochi metri da noi. Purtroppo, a separarci dalla salvezza c’è una spessa lastra di vetro. Non ci resta che esplorare lo spazio a nostra disposizione e scoprire che in realtà ci troviamo nell’anticamera di un contorto labirinto. Una rapida occhiata alla parete con disegnato un tutorial estremamente essenziale e siamo pronti a iniziare. Ci ritroveremo ad attraversare una serie di stanze bianche, corridoi e scale dallo stile squisitamente minimalista, con wireframe visibile e solo qualche alone di colore ogni tanto a vivacizzare l’atmosfera. E io che pensavo che le stanze di Portal fossero troppo asettiche!

La nostra sparacubetti in azione

La nostra sparacubetti in azione

L'Anticamera. L'uscita è lì, ma non sarà affatto facile raggiungerla

L’Anticamera. L’uscita è lì, ma non sarà affatto facile raggiungerla

La vera sfida è che non ci troviamo in un normale labirinto, ma in uno spazio dalla geometria non euclidea! Per chi non lo sapesse, la geometria non euclidea non segue i normali postulati geometrici. Siccome non sono qui per tenere una lezione, vi basti sapere che lo spazio del nostro simpaticissimo dedalo è ripiegato su sé stesso, con molteplici corridoi che sbucano nella stessa stanza. Se proviamo però a tornare sui nostri passi, ci troveremo in un’altra stanza ancora! Tanto per fare un esempio: durante il mio vagare senza meta nel labirinto, mi sono trovato a entrare in una scatola con dentro un lunghissimo corridoio, poi attraverso un corridoio circolare attorno ad un pilone. Dopo tre giri attorno al pilone ancora non vedevo l’uscita. Una volta raggiunto l’altro capo del corridoio, mi sono ritrovato a dover cercare un passaggio attraverso una serie di stanze ridondanti che continuavano a riportarmi sempre nello stesso punto. Fatto questo, ho attraversato un cancello che mi ha riportato… davanti alla scatola di partenza! Non potete immaginare la frustrazione, in momenti come questi!

Questo rende appieno il mio pensiero durante il mio primo aproccio al gioco

Questo rende appieno il mio pensiero durante il mio primo aproccio al gioco

Per aiutarci nella nostra affannosa ricerca dell’uscita, avremo a disposizione un’arma in grado di recuperare e sparare dei cubetti che potremo usare come punto d’appoggio o per bloccare dei laser che costituiscono i sistemi di blocco di molte delle porte che ci troveremo davanti. Procedendo con l’avventura, i puzzle che ci verranno proposti diventeranno via via più complicati e anche la nostra arma dovrà evolversi di conseguenza. Se la nostra prima arma è solo capace di sparare cubi e raccoglierli, i seguenti upgrade ci daranno modo di poterli sparare in serie, muoverli e anche crearne dal nulla! Ma se da un lato avremo a disposizione strumenti potenti, dall’altro le difficoltà aumenteranno. Ogni volta che non sapremo che pesci prendere, però, potremo tornare nell’Anticamera con la semplice pressione del tasto ESC e rientrare dove vogliamo, utilizzando la mappa che man mano si disegnerà su una delle pareti.

Piazzando un cubetto in quello slot, la porta si aprirà

Piazzando un cubetto in quello slot, la porta si aprirà

Molto spesso ci verranno forniti indizi su come risolvere le sfide che ci verranno proposte. Un conto però è conoscere la soluzione, un altro è comprendere il procedimento! Fin troppe volte avremo davanti ai nostri occhi la soluzione, ma ci sentiremo completamente impotenti perché magari non riusciamo a trovare abbastanza dannatissimi cubetti per poter passare, oppure avremo un’arma di livello troppo basso per il puzzle. Ma anche avendo quella di livello giusto non è che le cose si semplifichino più di tanto. Ci vengono forniti i mezzi per poterlo fare, ma il più delle volte non è sufficiente per risolvere la cosa.

 

Spesso incontreremo dei pannelli con delle massime che ci saranno d'aiuto per trovare la soluzione ai puzzle

Spesso incontreremo dei pannelli con delle massime che ci saranno d’aiuto per trovare la soluzione ai puzzle

Antichamber è un gioco che piacerà ai fan di Portal, vista l’impostazione da puzzle solver. Tuttavia, anche se vi sentite ormai a vostro agio a giocare con i portali, qui troverete pane per i vostri denti. Tra pavimenti che crollano se non si tengono loro gli occhi addosso, porte che non si aprono se le guardiamo diversamente e finestre che presentano tre panorami diversi a seconda della nostra posizione, posso garantirvi che passerete la maggior parte del tempo a cercare di capire dove vi conviene andare, o a provare un puzzle decine di volte, prima di  riuscire a capire come risolverlo, o a camminare per tanto tempo prima di rendervi conto di star girando intorno o, ancora più frustrante, di non esservi mossi affatto. In ogni caso vi garantisco che, nonostante stimoli il turpiloquio creativo, l’euforia che si prova quando, dopo averci sbattuto le corna per un bel po’, si riesce a capire come aprire l’ennesimo stramaledettissimo cancello è qualcosa che ho provato molto di rado.

About

You can leave a response, or trackback from your own site.

Commenta con Facebook

Leave a Reply

 

Designed by Oyun - For Green Hosting