Indiemoniati #04: Dino D-Day

Indiemoniati
Review of: Dino D-Day
FPS :
800 North e Digital Ranch

Reviewed by:
Rating:
2
On marzo 3, 2014
Last modified:marzo 3, 2014

Summary:

Nazisauri all'attacco per un mix di zanne e pallottole!

Indiemoniati

Rieccoci qui, fanatici dei giochi pc! Non vedevate l’ora di leggere un mio nuovo articolo, vero? Esultate allora! No, davvero… esultate o sciolgo i cani. Vi lascio alla recensione della settimana: Dino D-Day!

Dino D-Day

Dino D-Day

Seconda guerra mondiale.

Il mondo intero ha preso le armi e si combatte su tutti i fronti. Nella corsa agli armamenti sempre più potenti, la Germania nazista mette in campo l’ultima innovazione in campo bellico: i dinosauri!

Trovarsi davanti a un T-Rex è sempre un'esperienza terrificante

Trovarsi davanti a un T-Rex è sempre un’esperienza terrificante

I ben noti bestioni sono infatti naturalmente adatti allo scontro, essendo ben più veloci, forti e resistenti dei soldati umani. Nel caso non bastassero artigli e zanne, gli scienziati nazisti hanno ben  pensato di fornire alcuni esemplari di mitragliatrici pesanti e cannoni montati in groppa e direttamente collegati al cervello dell’animale per un sistema di fuoco più intuitivo per loro!

Le forze Alleate si trovano costrette a correre ai ripari, formando un commando altamente specializzato per combattere la minaccia Nazisaura che sta dilaniando l’Europa e riportare un po’ di equilibrio tra gli eserciti schierati.

La schermata di caricamento ci mostra dei giornali dell'epoca

La schermata di caricamento ci mostra dei giornali dell’epoca

Questa la trama di base di Dino D-Day, sparatutto multiplayer sviluppato da 800 North e Digital Ranch. Il gioco è piuttosto semplice: due squadre di giocatori (e bot, se si vogliono aggiungere), si affrontano in delle mappe che riproducono alcuni degli scenari della seconda guerra mondiale in una battaglia frenetica all’ultimo kill.

Ammettiamolo, l’idea è abbastanza originale e possiamo ampiamente beneficiare di uno sparatutto diverso dagli altri presenti sul mercato. Ogni classe è ben  caratterizzata e dispone di più armi e di mosse speciali: se decideremo di schierarci con i nazisti, potremo impersonare un fante, un medico o un cecchino, se proprio vogliamo giocare con un pg umano. Ma se c’è sempre la fila per schierarsi con i nazi è perché tutti vogliono fare il dinosauro!!! Scorrazzare per la mappa nei panni di un velociraptor e scannare i nemici è una sensazione unica! E in una mappa (una sola, purtroppo) potremo persino impersonare un ferocissimo T-Rex!!

Scegliete con chi schierarvi

Scegliete con chi schierarvi

Dall’altra parte della barricata, gli Alleati hanno un vasto arsenale per contrastare i sauri del nemico con cecchini, truppe pesanti e scout, riescono a tenere testa senza problemi a un esercito di mostri affamati. Anche gli Alleati dispongono di un rettile da battaglia; si tratta di Trigger, un dinosauro scartato dai nazi perché con una zampa deforme. È stato curato e armato con una calibro .30 ed è pronto a gettarsi nella mischia!

Qui però cominciano i problemi. La mischia non c’è. I giocatori online sono sempre pochi e il più delle volte ci ritroveremo a combattere contro dei bot. Purtroppo l’euforia da dinosauro si esaurisce presto quando ci accorgiamo che le mappe disponibili sono poche e le modalità di gioco anche. Principalmente si gioca modalità deathmatch o king of the hill, ma niente di più. Sono presenti anche una modalità a obiettivi e una di scorta, ma sono limitate a una sola mappa per modalità. Il gioco è uscito nel 2011 e solo dopo due anni si comincia a parlare di probabili upgrade sia nella varietà delle mappe che della grafica (che, diciamolo, è ferma a 10 anni fa.).

 

Whoohoo! Sono un T-Rex!

Whoohoo! Sono un T-Rex!

Un raptor mi ha appena smangiucchiato la carotide

Un raptor mi ha appena smangiucchiato la carotide

Il gioco è carino e originale, ma se volete davvero giocare online dovrete attendere un’ondata di saldi Steam che convinca gli utenti ad acquistarlo a prezzo ridotto e a provarlo, riempiendo un po’ i server. Se siete fan dei Nazisauri vi consiglio di acquistarlo, ma magari un po’ più in là, quando si decideranno ad ampliare un po’ l’offerta. Ed è davvero un peccato, credetemi, vedere tanto di quel potenziale sprecato e quasi abbandonato.

Articoli Correlati:

About

You can leave a response, or trackback from your own site.

Commenta con Facebook

Leave a Reply

 

Designed by Oyun - For Green Hosting