Final Fantasy XV è in sviluppo avanzato

final-fantasy-xv

final-fantasy-xv_0900143769

In occasione di una piccola intervista a Videogamer.com, Yoshinori Kitase (attuale producer della serie di Final Fantasy) ha confermato che Final Fantasy XV è in fase avanzata di sviluppo e che il progetto al momento è tra le priorità maggiori della Square Enix.
Ecco alcuni tratti più importanti dell’intervista:

«Non possiamo dare troppe informazioni, ma sicuramente possiamo dire che Final Fantasy XV non è in competizione come Kingdom Hearts III per quanto riguarda le nostre risorse o cose del genere.
FFXV in questo momento è decisamente in avanti con lo sviluppo e gli è stata data un’alta priorità dalla nostra compagnia, ma questo non vuol dire che Kingdom Hearts non l’abbia.»

Riguardo il ruolo di FFXV nel contesto della Fabula Nova Crystallis:

«Sin dall’inizio, quando lo annunciammo come Final Fantasy Versus XIII, il gioco stesso era sostenuto dalla stessa leggenda del Cristallo, la mitologia della Fabula Nova Crystallis che sostiene l’intera serie di FFXIII.
Perciò anche se non è necessariamente lo stesso universo o lo stesso gioco, sono tutti collegati e sostenuti dallo sfondo di quella leggenda. Ora ovviamente è andato oltre – il titolo è stato cambiato in Final Fantasy XV – ma ciò non è effettivamente cambiato. La storia e il mondo saranno comunque collegati e sostenuti da quella. Quindi sì, c’è un collegamento tra XIII e XV, ed entrambi condividono quella mitologia come sfondo e come punto di partenza.»

Final Fantasy XV 05

C’è stato spazio per qualche considerazione riguardo la potenza delle nuove console:

«Siamo decisamente consapevoli delle capacità di PlayStation 4 e Xbox One, e sicuramente una delle cose che vedremo saranno battaglie con molti più partecipanti. Avere più personaggi, molte cose in più che accadono, questa è una delle cose che i nuovi hardware fanno molto bene, quindi magari per creare un battle system per un Final Fantasy o un altro gioco futuro che si adatta a ciò, credo che sarebbe una buona cosa avere più personaggi controllabili dal giocatore e più partecipanti nelle battaglie.»

Infine Kitase ha spiegato la sua opinione sul riprendere elementi di sistemi di gameplay di titoli passati:

«Si potrebbe dire che ci sono cose del passato che abbiamo fatto in precedenti Final Fantasy che potrebbero tornare utili, che potremmo adattare o riutilizzare per un futuro titolo.
Nei primi due capitoli della serie XIII si aveva il Paradigm Shift system con i compagni del party controllati dalla AI che si prestava molto bene ad avere molti personaggi. O magari ad avere una customizzazione ancora più profonda, qualcosa che si rifaccia a, per dire, il Gambit System di Final Fantasy XII. Di tutte queste idee, non è detto che qualcosa che abbiamo utilizzato in passato ora non sia più valido, c’è sicuramente la possibilità di prenderle e riutilizzarle. Ma penso che saranno quei cambiamenti che la tecnologia permetterà di fare a cui probabilmente penseremo e che adatteremo.»

XenoBahamut

Articoli Correlati:

Marco Patrizi

About

Marco Patrizi inizia a videogiocare a circa 6 anni col mitico Commodore 64 e i coin-op delle sale giochi (di cui sente la mancanza). Da allora, di console in console, non ha mai smesso di menar di pollici sui joypad. Ha seguito ogni generazione di console, giocando a quello che poteva e leggendo del resto, sulle riviste specializzate prima e sui siti internet poi. Scrive recensioni e articoli da diversi anni per realtà online piccole e grandi. Potete trovarlo a straparlare di robe random sul suo blog: http://www.oneinchpunch.it/

You can leave a response, or trackback from your own site.

Commenta con Facebook

Leave a Reply

 

Designed by Oyun - For Green Hosting